Laverie n. 3 (la casa, le chiavi, l’acaricida)

27 settembre 2012 § 2 commenti

image

Non ci dormiamo ancora, per ora, ma abbiamo firmato il contratto e abbiamo le chiavi, così possiamo fare il mini trasloco a piedi, un po’ alla volta.
Adesso che abbiamo finito, possiamo raccontare questi giorni di ricerca, partendo dalla fine, tipo che abbiamo tirato un pacco assurdo alla signora che oggi doveva mostrarci un altro appartamento. Troppo presi dalle formalità e dalle incombenze della nuova casa, ci siamo completamente dimenticati di chiamarla per disdire l’appuntamento. Bevabbè (cit.).
Da lunedì a ieri avremo visto una decina di appartamenti, guardato infiniti annunci e consumato più volte il credito telefonico. Abbiamo visto di tutto, molti appartamenti non ammobiliati, altri in pessime condizioni e con degli ingressi che facevano passare la voglia di entrare, alcuni assolutamente kitsch e altri ancora in cui l’odore di cibo sembrava uscire dai muri.
Entrando in alcuni sembrava di trovarsi in un deposito di mobili vecchi e abbandonati.
A prescindere dalle condizioni degli appartamenti e a parte una paio di eccezioni, la richiesta di garanzie era sempre molto rigorosa, tanto che alcuni hanno rifiutato di mostrarci l’appartamento dopo che avevamo detto loro la nostra situazione (e mentire non serve: ti chiedono i documenti).
La garanzia dei genitori sembrava l’unica valida, visto che le nostre entrate non erano sufficienti, ma a volte non andavano bene nemmeno i genitori, perché in Italia. E comunque, dovere avere la garanzia dei genitori passati i trent’anni è umiliante, eppure la nostra condizione non ci permette altro.
Comunque, quando abbiamo visto quella che poi abbiamo scelto ci siamo sentiti per la prima volta in una casa che potevamo sentire nostra. La relativa tranquillità del proprietario (che ha comunque voluto vedere qualche pezzo di carta) e la disponibilità immediata ci hanno convinto.
In realtà ne abbiamo visto un’altra bellissima, che era un po’ la casa dei sogni di Mery, ma per giocarci quella (con possibilità non troppo alte) rischiavamo di perderle entrambe: in tutte e due il nostro “concorrente” era uno studente (lo stesso? Chissà!) con genitori francesi al seguito per la visita. Chi offriva le migliori garanzie secondo voi?
Quindi abbiamo casa, abbiamo già le chiavi con qualche giorno d’anticipo e la stiamo sistemando come piace a noi (e con lo spazio per ricambiare l’ospitalità ricevuta durante il viaggio e per accogliere gli amici). Intanto, abbiamo imparato che una confezione di acaricida, in farmacia, costa ben 28 euro.
MG&R

Annunci

Tag:, ,

§ 2 risposte a Laverie n. 3 (la casa, le chiavi, l’acaricida)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Laverie n. 3 (la casa, le chiavi, l’acaricida) su Emigriamo in bicicletta.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: